Botte a carabiniere,'giudizio immediato'

Giudizio immediato per i tre manifestanti accusati di aver picchiato un brigadiere capo dei carabinieri, durante il corteo contro l'apertura di CasaPound il 10 febbraio a Piacenza. Lo ha chiesto la procura per il 29enne torinese Giorgio Battagliola, il 22enne modenese Lorenzo Canti e Moustafa Elshennawi, egiziano di 23 anni, accusati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. I tre furono arrestati su ordinanza di custodia cautelare dopo le indagini lampo di carabinieri e polizia, coordinati dal pm Roberto Fontana. Sono accusati di aver fatto cadere a terra, picchiato con lo scudo e con calci e pugni il brigadiere capo Luca Belvedere del V Battaglione Bologna, durante i disordini in centro. Canti ed Elshennawi sono ai domiciliari mentre Battagliola è ancora nel carcere delle Novate di Piacenza. Il corteo contro l'apertura di CasaPound, organizzato dal collettivo piacentino ControTendenza, aveva visto la partecipazione di circa cinquecento persone.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Giorno.it
  2. TGCom24
  3. Milano Today
  4. Alessandria Oggi
  5. Il Giorno.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Casteggio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...